Customer Login

Password dimenticata?

Vedi il carrello

In offerta!

di Calzona Remo

De Terraemotu

Il terremoto è un fenomeno naturale e quindi “eterno” che si ripete ciclicamente con periodi di ritorno fissati dalla natura. In quanto tale è noto a noi in tutte le sue manifestazioni.

La nostra ingegneria è capace di assorbire gli effetti di questo fenomeno e, se si hanno gravi conseguenze per il manifestarsi di un terremoto in Italia nel III millennio, la colpa è da addebitarsi alla carenza di resistenza delle costruzioni.

Listino 35,00
Vendita 29,75

Antisismica e Consolidamento

Descrizione pubblicazione

Il terremoto è un fenomeno naturale e quindi “eterno” che si ripete ciclicamente con periodi di ritorno fissati dalla natura. In quanto tale è noto a noi in tutte le sue manifestazioni.
La nostra ingegneria è capace di assorbire gli effetti di questo fenomeno e, se si hanno gravi conseguenze per il manifestarsi di un terremoto in Italia nel III millennio, la colpa è da addebitarsi alla carenza di resistenza delle costruzioni.
Il triste racconto dei terremoti, con la sequenza di distruzione e di morte, lascia basiti e obbliga ad un’amara riflessione: non è più tollerabile che il grande patrimonio di conoscenze tecnico-scientifiche non venga sfruttato per porre fine alla pericolosità sismica delle costruzioni.

Altre informazioni

Formato

ISBN-13

Numero edizione

Anno uscita

Richiesta informazioni

Profilo Autore

Calzona Remo

Nato a Catanzaro il 19 gennaio 1939, si è laureato il 20 luglio 1964 in ingegneria Civile presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "La Sapienza". È professore ordinario di Tecnica delle Costruzioni presso la Facoltà di Ingegneria dell'università di Roma "La Sapienza" dal 1978, dove è titolare della cattedra di "Progetto di Strutture". È stato componente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici dal 1988 al 2005 e Presidente della Commissione per la redazione delle Norme Tecniche per le Costruzioni. È stato componente della Commissione ANAS per il parere di fattibilità del ponte sullo Stretto di Messina, componente e relatore della Commissione del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici sul parere di fattibilità, Presidente della Commissione per il parere di fattibilità al CIPE e Coordinatore del Comitato Scientifico presso la Società Stretto di Messina. È membro del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche). È membro della F.I.P. (Federation Internazionale de la Precontrainte). Ha redatto oltre 150 pubblicazioni scientifiche e tecniche, pubblicate su riviste nazionali e internazionali ovvero negli atti dei più importanti Congressi Internazionali di risonanza scientifica: • “Epistemological Aspect of Safety Concerning the Challenge of Future Construction: The Messina Bridge” – presented at the “10th International Conference of Civil, Structural and Environmental Engineering Computing, August 30 2005 – Rome”: Saxe-Coburg Pubblications; • “Il Calcolo del Cemento Armato e degli stati delle tensioni ammissibili e degli stati limiti”, III edizione, Hoepli. Recensito in Italia e all’estero. Diffuso in USA dalla “Engineering Societies Library”, New York; • “La Ricerca non ha fine: Il Ponte sullo Stretto di Messina” – DEI Tipografia del Genio Civile, Roma 2008. Ha iniziato l'attività professionale nel 1965 e ha progettato e realizzato importanti opere di rilevanza ingegneristica: • Ponte ferroviario ad arco sulla S.S. Pontebbana (1980); • Ponte sul Po di Rovigo (1995); • Ponte viadotto di Caivano (1998); • Ponte della Scala a Fiumicino (2006); • Ponte Zambana sul Noce a Trento (2007). Ha partecipato alle Commissioni per: • Stabilità Torre di Pisa; • Progetto Ponte di Messina.