Customer Login

Password dimenticata?

Vedi il carrello

In offerta!

di Mazziotti Francesco,

di Ruggiero Fabio

Il distacco dall’impianto di riscaldamento centralizzato

Descrizione pubblicazione

La legge 220/2012, “Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici” sancisce la possibilità, per i singoli condòmini, di procedere al distacco del proprio impianto di riscaldamento da quello centralizzato.

Dal 18 giugno 2013, data dell’effettiva entrata in vigore, è possibile attivare il distacco anche senza la delibera dell’Assemblea di condominio, seppur con alcune limitazioni che possono derivare dal Codice Civile, dai Regolamenti di condominio e dalle Leggi e dai Regolamenti regionali e comunali.

Questa rapida guida è un ausilio ad Amministratori, Professionisti tecnici e condomini per l’attivazione delle corrette procedure e metodi per il distacco, con le indicazione dei vantaggi e degli svantaggi di questa soluzione, tenendo conto di tutte le condizioni richieste dalle diverse normative in merito a:

– Obbligo di valutazione dell’eventuale squilibrio termico prodotto o dell’aggravio di spesa per gli altri condomini;

– Obbligo della partecipazione del condomino che si è distaccato, alla spesa per la manutenzione dell’impianto centralizzato;

Oltre alla fondamentale appendice normativa , la guida riporta un esempio di relazione tecnica con la quale il Professionista abilitato dimostra che la procedura non arrecherà “notevoli squilibri” o “aggravi di spesa” per gli altri condomini, con la quale è possibile procedere al distacco senza l’attesa del benestare dell’Assemblea di condominio.

Altre informazioni

CD

ID Catalogo

Anno uscita

ISBN-13

Numero edizione

Numero pagine

Volumi

Richiesta informazioni

Profilo Autore

Mazziotti Francesco

Ingegnere ambientale, è consulente, docente e relatore per enti di formazione, associazioni professionali e aziende. Svolge la libera professione dal 1997.

Ruggiero Fabio

Laurea in "Ingegneria Per l'Ambiente e il Territorio" presso l'Università degli Studi de L'Aquila. Svolge la libera professione dal 2003. Relatore per enti di formazione e associazioni professionali.