Customer Login

Password dimenticata?

Vedi il carrello

In offerta!

di Sanna

Il Sulcis e l’Iglesiente. L’edilizia diffusa e i paesi

I Manuali del Recupero dei Centri Storici della Sardegna

Listino 29,00
Vendita 14,50

Manuali del Recupero

Descrizione pubblicazione

I Manuali del Recupero dei Centri Storici della Sardegna

Il Manuale del Recupero del Sulcis e dell’Iglesiente, l’edilizia diffusa e i paesi, riguarda quei territori del sud ovest della Sardegna caratterizzati da una cultura insediativa del tutto peculiare: l’habitat minerario per eccellenza, che si è intrecciato da un lato con uno stratificato sistema di centri di fondazione (il più antico dei quali è proprio Iglesias, il più recente Carbonia) dall’altro con l’insediamento sparso. Il patrimonio di cui il Manuale si occupa è dunque prevalentemente un’edilizia relativamente “giovane” pur se costruttivamente pre moderna, i cui primi esemplari risalgono al ‘700, cioè al periodo nel quale famiglie di pastori e contadini iniziano a stanziarsi nell’area, dando vita a nuclei di case sparse che colonizzeranno in un secolo tutta la regione storica del Sulcis.
Si tratta di un’architettura arcaica, elementare, ma di grande suggestione paesaggistica, per la sua immutata capacità di costruire strutture abitative aderenti al terreno e perfettamente integrate nel sistema dei chiusi, dei percorsi murati, del reticolo idrografico e nell’insieme del paesaggio agrario. Il tipo abitativo è fondato su un nucleo murario a cellule, ripetuto e aggregato secondo schemi elementari di addizione e giustapposizione, e costruito quasi indifferentemente con la pietra naturale reperita sul luogo o con i mattoni di terra cruda. Rispetto ai paesi e alle città di più antica origine, un evidente arcaismo connota tutte le tecniche ed i particolari costruttivi, come si vede dall’uso parsimonioso dell’arco, nelle aperture e nei loggiati, e dal basso tasso di lavorazione della pietra. Dall’aggregazione e dall’espansione dei nuclei sparsi, divenuti “centri di strada”, hanno origine i villaggi dell’area, che hanno quasi tutti indistintamente non più di due secoli, e portano ancora evidenti tracce degli insediamenti-matrice, quei medaus che erano le case-fattorie dei clan familiari originari.
Questa trama insediativa, pur indebolita dagli abbandoni e dalla rapida trasformazione degli usi, resiste ancora come elemento strutturante del paesaggio del sud ovest della Sardegna: questo Manuale ha l’obiettivo di contribuire a qualificare gli interventi di contrasto al degrado e di recupero che si vanno sempre più diffondendo in quest’area.

Altre informazioni

CD

ID Catalogo

Anno uscita

ISBN-13

Numero edizione

Numero pagine

Volumi

Richiesta informazioni

Profilo Autore

Sanna

Non abbiamo informazioni su quest'Autore

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other