Customer Login

Password dimenticata?

Vedi il carrello

In offerta!

di Bagagli Roberto,

di Bianconi Fabio,

di Empler Tommaso

La rappresentazione del paesaggio

Modelli virtuali per la progettazione ambientale e territoriale

Listino 34,00
Vendita 28,90

Ambiente e Territorio, Urbanistica

Descrizione pubblicazione

Modelli virtuali per la progettazione ambientale e territoriale

La Valutazione di Impatto Ambientale è una procedura obbligatoria in molte fasi progettuali.

Il manuale analizza e propone alcune procedure per la rappresentazione del paesaggio e delle sue trasformazioni mediante l’uso del computer.

Sono argomenti centrali del volume:
– come utilizzare i comuni applicativi per creare modelli 3D del paesaggio
– come realizzare immagini di sintesi statiche (rendering) con fotoinserimenti relativi al paesaggio
– quali sono le procedure informatiche attivabili per ottenere nuove ed efficaci “infoletture” ed “infovisioni” del territorio e delle trasformazioni in atto
– come utilizzare il software Territorio 4.0 Professional, modulo aggiuntivo di Autocad 2005, contenuto nel CD Rom allegato al volume

SOMMARIO:
– Il paesaggio/territorio: definizione e lettura storica
– Modellazione 3D digitale: creazione di un modello geometrico (modellazione 3D, finalità e accuratezza del modello); generazione di oggetti tridimensionali; procedura di renderizzazione; output di sintesi; fotoritocco delle immagini
– Procedure digitali per la rappresentazione del paesaggio/territorio: simulazione visivo-percettiva; modellazione infografica con generici applicativi CAD; elaborazione con modelli 3D del paesaggio; elaborazione con viste del paesaggio; modello 3D dell’oggetto; posizionamento; illuminazione della scena; punto di vista infografico; generazione della prospettiva; fotoinserimento; reinderizzazione; fotoritocco; presentazione finale)
– Ricostruzioni di scene su base fotografica
– Elaborazione di immagini di sintesi statiche
– Il VRML: renderizzazione, navigazione, procedure per la restituzione di un territorio
– Come usare il software Territorio 4,0 Professional

Nel CD Rom: Il Software TERRITORIO 4.0 PROFESSIONAL

Altre informazioni

CD

ID Catalogo

Anno uscita

ISBN-13

Numero edizione

Numero pagine

Volumi

Software

Richiesta informazioni

Profilo Autore

Bagagli Roberto

Geometra, opera da anni nel campo dell'informatica in qualità di progettista di sistemi informativi territoriali e sistemi aziendali. Amministratore di società di informatica e di ingegneria, ha svolto numerose consulenze in merito a sistemi CAD e GIS per diversi Studi tecnici, Aziende ed Enti centrali e locali. Inoltre ha fornito consulenze a gruppi di progettazione, seguendo in particolar modo l'aspetto organizzativo e l'ottimizzazione della fasi dello sviluppo della commessa. Docente su materie informatiche e tecniche in corsi di formazione e/o aggiornamento professionale promossi e finanziati dal FSE, oltre che docenze in corsi privati presso aziende e studi tecnici. Partendo proprio dall'utilizzo di strumenti CAD è giunto alla ideazione, analisi e sviluppo di sistemi informativi territoriali, oggi distribuiti su tutto il territorio nazionale. Tra i progetti di maggiore risalto citiamo i siti realizzati per le Amministrazioni (Regioni, Comuni, Comunità montane, Autorità territoriali), volti alla gestione integrata dei dati grafici ed alfanumerici tramite l'informatizzazione dei processi formali ed operativi dell'Ente stesso.

Bianconi Fabio

Ingegnere, ricercatore presso la Facoltà di Ingegneria di Perugia, dottore di ricerca in "Disegno e Rilievo del patrimonio edilizio", è docente del corso di "Disegno Automatico", "Tecniche della Rappresentazione" e "Informatica Applicata alla Progettazione" (modulo di disegno) presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Perugia; è docente di "Tecniche della Rappresentazione" nel corso di laurea interfacoltà in "Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali", dell'Università dagli Studi di Perugia; dal 2003 tiene il corso di "Tecniche di Simulazione del Paesaggio" in qualità di professore incaricato, presso l'Università di Roma "La Sapienza", Facoltà di Architettura "Valle Giulia". Collabora dal 1993 all'attività didattica e di ricerca della Sezione Interdisciplinare di Disegno e Architettura della Facoltà di Ingegneria di Perugia dove ha partecipato a numerose ricerche d?interesse nazionale. Svolge la propria attività di ricerca nell'ambito dei sistemi informativi per la documentazione del patrimonio edilizio e ambientale, nel rilevamento con tecniche di laser scanning e nella simulazione del paesaggio. Autore di articoli pubblicati su riviste nazionali ed internazionali e di alcuni saggi fra i quali Segni Digitali (2005), Temi di tecnica infografica (2002), Tetraktis, strumenti, luoghi, materia, rilievo (2002).

Empler Tommaso

Architetto, dottore di ricerca in "Rilievo e Rappresentazione dell'Ambiente e del Costruito", è autore del volume Progettare il comfort urbano e d'interni, Maggioli Editore 1997; ha collaborato al volume Progettare per tutti a cura di F. Vescovo, Maggioli Editore 1997; è coautore del volume Costruire le pari opportunità Quaderno tecnico per progettare e realizzare l'accessibilità, Comune di Roma, 2000; è autore del volume Il Disegno automatico tra progetto e rilievo, Officina Edizioni, Roma 2002; è coautore del volume Una chiave per l'accessibilità Progettare per un'utenza ampliata, Comune di Roma 2003; è coautore del volume Eliminazione Barriere Architettoniche. Progettare per un'utenza ampliata, Dei, Roma, 2004; è autore di saggi nella rivista Paesaggio Urbano (n. 3/95, n. 1/97, n. 2/98, n.1/04); collabora e scrive nella rivista XY, dimensioni del disegno dal 1992. Oltre a svolgere la professione di architetto a Roma, dal 1998 è docente a contratto del corso di "Disegno Automatico", dall'anno 2002 all'anno 2004 è docente a contratto del corso di "Tecniche di simulazione del paesaggio", presso la Facoltà di Architettura "Valle Giulia", Università degli Studi di Roma "La Sapienza", nel 2005 è docente a contratto del corso di "Disegno Automatico" presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Trento.